QUATTRO CHIACCHIERE CON GIANMARCO MARCANGELI

marcangeli-foto-di-alessandro-sanna

Dopo il prezioso successo di Ladispoli la squadra torna al lavoro

 QUATTRO CHIACCHIERE CON GIANMARCO MARCANGELI

«Domenica scorsa un gol importante per me e per la squadra. 

La Turris? Una testa di serie ma nessun timore reverenziale: ci prepareremo al meglio»

Sassari, 22 ottobre 2019

Il Sassari calcio Latte Dolce si conferma capolista del girone G di serie D. La vittoria di Ladispoli, meritata e sofferta e per questo ancora più importante e preziosa nell’economia biancoceleste, conferma i ragazzi di mister Stefano Udassi al vertice della classifica del girone G di serie D. Risolve una rete di Gianmarco Marcangeli, imprendibile cursore di fascia che, entrato a partita in corso, ha dato il suo contributo alla causa e la stoccata decisiva ad un match difficile da sbloccare per l’agonismo e la determinazione messa in campo dai padroni di casa.  Proprio la panchina, con menzione per Marcangeli e Lamine Doukar, si è rivelata risorsa imprescindibile e determinante.. in piena filosofia societaria. Tutti fanno parte del progetto e tutti sono importanti: non ci sono vittorie del singolo, le vittorie sono sempre del gruppo. Dell’intero gruppo biancoceleste. Oggi si torna a lavorare sul campo. Obiettivo il prossimo match casalingo contro la vice capolista Turris.

gianmarco-marcangeli-foto-di-alessandro-sanna

Palla a Gianmarco Marcangeli, esterno offensivo del Sassari calcio Latte Dolce: «La mia rete a Ladispoli? Indubbiamente è stato un goal importante, per me e per la squadra. Un gol nato dalla necessità di reagire in una fase di gioco complicata e dalla grande voglia di portare a casa il risultato. La reazione c’è stata e di conseguenza è arrivato anche il gol, grazie ad una azione corale che si è sviluppata in velocità. Segnare è stata per me una gioia immensa, per l’atto in sé e per l’importanza di una rete utile a sbloccare il risultato e portare a casa l’intera posta in palio, il tutto mantenendo il nostro primato. La compattezza e il forte spirito di squadra, costruiti giorno per giorno, alimentano la fiducia in un gruppo che lavora sodo secondo le indicazioni del mister. Proprio il gruppo è uno degli elementi che più ci caratterizza e rappresenta un punto di forza per ognuno di noi. Tornando all’ultimo match disputato, Sapevamo che la partita con il Ladispoli sarebbe stato un match impegnativo, giocato da due squadre animate da forti motivazioni seppure contrapposte: una dalla fame di punti e l’altra dalla forte volontà di dare continuità alla serie di risultati positivi. Siamo stati bravi a mantenere la concentrazione e la determinazione necessaria per conquistare i tre punti. Siamo altrettanto consapevoli che ogni squadra avversaria ci affronta ora con il coltello fra i denti. Sappiamo di dover mettere in campo sempre tutta la determinazione necessaria e la migliore prestazione possibile, impegnandoci ad imporre il nostro gioco partita dopo partita. Vertigini d’alta quota? Penso che il rimedio migliore sia proseguire per la nostra strada, lavorando sodo, preparando con serietà e impegno tutte le gare e affrontandole sempre con umiltà ma consapevoli della nostra forza. Già a partire dalla prossima sfida. La Turris è  sicuramente una testa di serie, una squadra che non nasconde le sue ambizioni ed è stata costruita per essere protagonista nel campionato. Noi la affronteremo consapevoli del suo valore ma senza timori riverenziali. Già da oggi prepareremo la gara al meglio per poi dare il nostro massimo domenica al Vanni Sanna».