PALLA A MISTER STEFANO UDASSI

mister-stefano-udassi-foto-alessandro-sanna

Dal ko sul campo dell’Atletico alla sfida alla capolista 

PALLA A MISTER STEFANO UDASSI

«La sfida al Lanusei? Bella gara: prima contro seconda, tante motivazioni e si gioca per vincere»

Sassari, 26 febbraio 2019 

In casa Sassari calcio Latte Dolce il tempo non si ferma. C’è quello dedicato giustamente al recupero delle energie e quello per rimettersi subito al lavoro: per esigenze da calendario; per necessità legate all’aspetto atletico, tecnico e tattico; per alimentare la sempre ardente voglia di dare il massimo possibile per fare, sul campo, il meglio possibile. Dopo una vittoria, e dopo una sconfitta. Così quindi anche questa settimana, dopo il ko rimediato in trasferta sul campo dell’insidioso Sff Atletico e a pochi giorni dalla sfida interna alla capolista Lanusei, big match della 30^ giornata del girone G del campionato di serie D in programma domenica alle ore 15 al Vanni Sanna.

mister-udassi-e-il-team-manager-lelo-mela-foto-alessandro-sanna

I biancocelesti di mister Stefano Udassi oggi sono secondi in classifica (59 pt) staccati di 4 lunghezze dalla lepre in fuga ogliastrina che, proprio domenica, ha vinto per 3-2 contro il Flaminia con rete decisiva arrivata solo nei minuti di recupero. Nell’anticipo di sabato scorso invece i sassaresi sono stati sconfitti in casa dell’Atletico per 4-3, al termine di una gara condizionata dal forte vento e da alcuni fischi arbitrali che – in primis nel primo tempo – hanno innervosito la squadra. Nella seconda frazione Lai e compagni hanno provato a costruire una rimonta quasi sfiorata, ci hanno messo convinzione e determinazione, ma non sono riusciti nell’impresa arrivando ad una sola rete dal pari. Nessun alibi: preso atto del risultato, rientrato sull’Isola, il gruppo ha ricominciato a lavorare con il Lanusei nel mirino. Così deve essere per chi della serenità ha fatto la sua forza, farà la sua forza. 

stefano-udassi-foto-di-alessandro-sanna

Il calendario, spesso bizzarro negli incastri, propone subito in menù la sfida al Lanusei, ennesima stra isolana della stagione e partita di cartello da giocare contro la formazione che domina ormai da lungo tempo la classifica del girone. A mister Stefano Udassi, tecnico del Sassari calcio Latte Dolce, il compito di fare il punto della situazione in casa biancoceleste e presentare il match che domenica prossima vedrà opposti i suoi ragazzi al Lanusei primo della classe:

«Dopo la sconfitta contro l’Atletico credo che i miei ragazzi abbiano dentro di loro consapevolezza e forza mentale utili a reagire nel modo giusto alla situazione. Ne sono convinto, assolutamente. Sono certo che ogni singolo giocatore di questo gruppo straordinario reagirà con la giusta determinazione, perché una squadra che riesce a battere fra le altre Avellino, Monterosi,  Trastevere, Cassino e Albalonga, giusto per citare alcune delle avversarie affrontate e superate nel corso di questo nostro percorso, è una squadra che ha tanta forza, fisica e mentale. Una squadra che ha disputato gare fisicamente e mentalmente non facili, superando a pieni voti esami particolarmente tosti in partite che possiamo definire assestanti. Oggi siamo alle spalle del Lanusei, la capolista. Non ci siamo mai fatti travolgere da pressioni o tensioni da rincorsa, abbiamo fatto della tranquillità la nostra forza e della nostra forza fisica e mentale la spinta a non mollare mai, a continuare a correre e divertirci. Dobbiamo continuare ad allenarci come sappiamo, a giocare il nostro calcio, stando zitti e pensando ad essere cattivi agonisticamente sul terreno di gioco. Anche sabato, sotto 4-1, abbiamo sostenuto un importante esame a livello di mentalità: potevamo disunirci e scioglierci come neve al sole, invece siamo rimasti sul pezzo e abbiamo reagito arrivando sino al 4-3 e cercando di recuperarla sino all’ultimo secondo. Naturale la rabbia per la gara persa, ma sotto l’aspetto dell’impegno e della combattività non posso dire nulla alla squadra. La sconfitta brucia e fa arrabbiare, i numeri non sono certo un assillo per noi e li guardiamo il meno possibile soprattuto in prospettiva, ma rispetto alla decima giornata di andata il miglioramento c’è: allora accarezzavamo il sogno playoff, oggi siamo lì a giocarcela con la prima della classe. Sentiamo lo stress? No. Siamo molto contenti ma volgiamo migliorarci ancora, vogliamo lavorare duro per tirare fuori quel qualcosa in più che serve a giocarci sino alla fine tutte le nostre carte. La squadra sa esattamente quello che vuole. La gara di domenica prossima? Ora servono massima serenità e tranquillità. Non bisogna mai farsi condizionare dai risultati, non ci siamo mai fatti condizionare dai risultati: occorre massimo equilibrio. Abbiamo esultato per le vittorie senza mai esaltarci, come dopo l’1-0 sull’Avellino. E non ci siamo mai depressi dopo un ko, né lo faremo ora dopo il 4-3 contro l’Atletico. La parola d’ordine è equilibrio. Normale e giusto essere incazzati ma necessario, come diceva il  vecchio saggio, saper trattare alla stessa maniera vittorie e sconfitte. I ragazzi lo sanno e hanno fatto loro questo modo di intendere. Domenica giocheremo una bella partita, sarà uno spot molto importante per Sardegna e per l’intero movimento calcistico sardo. Due squadre sarde ai primi due posti del campionato con alle spalle altre formazioni attrezzate e ancora in corsa. Sassari calcio Latte Dolce contro Lanusei, seconda contro prima: sarà bello, ci sono tante motivazioni, ognuno scenderà in campo per vincere».