EMANUELE FINI È UN GIOCATORE BIANCOCELESTE

emanuele-fini

Nuovo giovane arrivo in casa Sassari calcio Latte Dolce 

  EMANUELE FINI È UN GIOCATORE BIANCOCELESTE   

«Società seria, grande ambiente: pronto  giocare il calcio di mister Udassi»

Sassari, 05 gennaio 2019, 

Emanuele Fini, classe 2000, è un nuovo giocatore biancoceleste. Nato a Sassari, residente a Sorso e figlio d’arte – suo padre Michele Fini è stato fra i protagonisti della serie A di calcio come giocatore e poi allenatore, attualmente è vice di Diego Lopez al Penarol in Uruguay – ha già svolto i primi allenamenti agli ordini di mister Udassi e già domani, in occasione della sfida al Budoni, sarà a disposizione del tecnico.

Esterno dalla spiccata propensione offensiva – può agire anche da trequartista – Emanuele Fini è prospetto particolarmente interessante che dopo aver mosso i primi passi sul rettangolo verde nel Settore Giovanile del Sorso, ha vissuto una mezza stagione con la maglia della Torres 2000 prima di trasferirsi al Cagliari, team con cui cresce sino ad arrivare alla Primavera, trampolino che oggi lo proietta alla ribalta biancoceleste.

A Emanuele Fini va il caloroso benvenuto della società biancocleste e il grosso in bocca al lupo da parte della dirigenza, dello staff tecnico e operativo, di tutti i tesserati e della tifoseria sassarese. Di seguito le prime parole del numero uno:

«Ho scelto il Sassari Calcio Latte Dolce perché è stata il primo club che mi ha cercato e mi ha voluto fortemente, e di questo sono grato alla dirigenza ed allo staff. Sono venuto qui per dare una mano alla squadra, per rendermi utile in ogni occasione e sfruttare tutte le opportunità che avrò a disposizione. Sicuramente fare parte del progetto biancoceleste mi aiuterà a maturare e migliorare come giocatore e come uomo, progetto sostenuto da una società seria e quindi ancora è più solido e importante. Sono un giocatore che si mette al 100% al servizio della del gruppo, dei compagni e del mister, cerco di lavorare in maniera costante in allenamento e dare il massimo se chiamato in causa la domenica. Conosco molti dei miei nuovi compagni, il portiere Salvatore Pittalis, Luigi Scanu, Federico Pireddu e tanti altri. Non conoscevo invece personalmente mister Stefano Udassi, ma ne ho sentito parlare molto bene e il suo calcio  mi piace. Mi sono tenuto aggiornato sul percorso biancoceleste in campionato campionato e ho visto che la squadra sta andando molto bene e sta ottenendo grandi risultati. Per quanto mi riguarda mi sono ambientato subito bene e non vedo l’ora di scendere in campo e fare la mia parte, magari già in occasione del match in programma domani».