ALESSANDRO LAI È UN GIOCATORE BIANCOCELESTE

il-portiere-classe-2000-alessandro-lai-con-il-dirigente-biancoceleste-gian-luca-manca

Il Sassari Latte Dolce firma un giovane portiere classe 2000 

ALESSANDRO LAI È UN GIOCATORE BIANCOCELESTE   

«Società seria che punta sui giovani: l’ideale per crescere. Sono a disposizione»

Sassari, 10 dicembre 2018, 

Alessandro Lai è un nuovo giocatore biancoceleste. Il portiere classe 2000 ha firmato venerdì scorso, ha già svolto il suo primo allenamento agli ordini di mister Stefano Udassi e assieme ai suoi nuovi compagni ma non è stato chiaramente convocato per l’impegno di Aprilia. «Stavamo cercando un 2000 che sostituisse il nostro Salvatore Pittalis alle prese con il recupero post infortunio alla spalla – spiega il direttore Adriano Fantoni, artefice dell’operazione di mercato -. Abbiamo in rosa anche due ragazzi classe 2001, bravissimi ma da non bruciare alla ribalta della serie D: serviva un fuori quota pronto che avesse esperienza. Lai è sardo, ha vissuto la D con Tortolì e Ponsacco, faceva al caso nostro e lo abbiamo preso».

alessandro-lai-in-azione

Inizia a giocare nelle giovanili della San Francesco Quartu. Vive il suo ultimo anno fra gli Allievi con la Sigma, quindi fa esperienza in eccellenza per arrivare poi a giocarsi le sue carte alla ribalta della serie D con la maglia del Tortolì. Ha cominciato la stagione in corso in forza al Ponsacco, formazione militante nella quarta serie italiana, ora arriva a Sassari per mettersi a disposizione del gruppo.

alessandro-lai

Ad Alessandro Lai va il caloroso benvenuto della società biancocleste e il grosso in bocca al lupo per questo scorcio di stagione agonistica da parte della dirigenza, dello staff tecnico e operativo, di tutti i tesserati e della tifoseria sassarese. Di seguito le prime parole del numero uno:

whatsapp-image-2018-12-08-at-19-36-041

«Perché ho scelto il Sassari calcio Latte Dolce? Cercavo una squadra dove poter crescere, dove poter fare esperienza e provare a togliermi qualche soddisfazione. Ho sempre saputo che questa è una società seria che lascia spazio ai giovani. Anche questo ha influito nella mia scelta, e sono soddisfatto di essere qui. Sino ad ora ho seguito da lontano ma con interesse il campionato della squadra, ed è indubbio che il club stia oggettivamente attraversando un buon periodo. Il primo giorno sono stato accolto nel migliore dei modi da tutti, dirigenti, staff e compagni, e mi sono subito accorto che questo è davvero un bel gruppo di cui voglio assolutamente fare parte. Ho già fatto conoscenza con Pierpaolo Garau, un gran portiere e una grande persona. Se il team sta giocando bene è anche merito del mister che sa dare i giusti input ai giocatori. Che portiere è Alessandro Lai? Mi definisco un giocatore umile che se si impone di raggiungere un obbiettivo fa di tutto per centrarlo. Da questa stagione mi aspetto di fare più esperienza possibile e, in termini di squadra, di raggiungere la salvezza il prima possibile in modo da poter poi continuare a divertirci. Porto in dote al gruppo la mia serietà e voglia di lavorare: darò tutto me stesso per la squadra e la società e per i tifosi».