QUATTRO CHIACCHIERE CON LUCA SCOGNAMILLO

luca-scognamillo-in-azione-con-la-maschera-protettiva-foto-alessandro-sanna

Martedì di ripresa in casa Sassari Latte Dolce

 QUATTRO CHIACCHIERE CON LUCA SCOGNAMILLO 

«Stagione sino ad ora ricca di soddisfazioni: continuiamo così, non abbiamo intenzione di fermarci»

Sassari, 20 novembre 2018

Il Sassari calcio Latte Dolce, reduce da una settima positiva chiusa con l’importante vittoria casalinga sul Cassino, resetta il passato più recente e si proietta sul futuro più prossimo. Il match domenicale, sofferto  combattuto e infine vinto grazie ad una rete di Marco Cabeccia, ha confermato il trend positivo delle ultime giornate dando ulteriore sostanza ad un progetto calcistico che cresce e si rafforza grazie alla maturità dimostrata dai protagonisti sulla scena.

La classifica sorride, lo dicono i numeri. Ma la classifica non è certo un assillo per mister Stefano Udassi e i suoi ragazzi, che riprendono gli allenamenti da quarta forza del campionato – 24 punti in coabitazione con l’Avellino – con una sola sconfitta in bilancio e la migliore difesa del girone G di serie D insieme al Latina. Nessun calcolo e nessun proclama: assolutamente vietato cullarsi sugli allori. La tranquillità è il valore aggiunto nel percorso biancoceleste per cui, come sempre, testa alta e guardia alta davanti a qualunque avversario e su qualunque campo.

luca-scognamillo-foto-alessandro-sanna

All’attaccante algherese Luca Scognamillo, rientrato in campo la scorsa settimana con una maschera protettiva sul volto dopo la frattura dello zigomo, il compito di fare il punto della situazione in casa Sassari calcio Latte Dolce alla ripresa della settimana di lavoro post vittoria sul Cassino e in vista del prossimo impegno di campionato, in trasferta contro il lanciatissimo Monterosi, in un match valido per la quattordicesima giornata di andata della serie D 2018-2019:

«È stata sicuramente una partita difficile, giocata contro una squadra forte che però abbiamo affrontato nel migliore dei modi sino ad ottenere i tre punti. Nonostante il valore offensivo del Cassino, i nostri avversari non hanno creato molte occasioni da rete, questo grazie soprattutto al valore della nostra difesa. Ed anche quando sono riusciti ad andare al tiro ci ha pensato Pierpaolo Garau a sventare il pericolo e salvare porta e risultato. Paura di perdere? Direi di no, almeno non io personalmente. Ovviamente l’avversario era di valore, quindi il rischio di perdere c’è sempre ma noi siamo partiti sin dall’inizio del match con l’obiettivo di vincere, come in tutte le partite del resto. Chiaro è che nel momento in cui il Cassino è rimasto in 10 abbiamo capito che potevamo e dovevamo ottenere la vittoria, e così è stato. Il gol di Marco Cabeccia? Lo abbiamo festeggiato come spesso succede: un abbraccio corale che ha coinvolto sia i ragazzi in campo che quelli in panchina. Quella in corso è una stagione che al momento è molto positiva, una stagione in cui ci stiamo togliendo molte soddisfazioni. Ma vogliamo continuare così, non abbiamo intenzione di fermarci. La mia maschera? Fondamentale, senza non avrei potuto giocare per diverso tempo; mi devo abituare a portarla mentre gioco soprattutto a livello visivo, ma non é limitante e soprattutto mi protegge! La prossima partita? Sfidiamo in trasferta il Monterosi, vice capolista del girone. Sarà veramente una partita tosta, ma noi siamo pronti ad affrontarla nel migliore dei modi».