MISTER UDASSI PRESENTA LA SFIDA AL LANUSEI

mister-stefano-udassi-foto-alessandro-sanna

Anticipo: domani sfida d’alta quota in Ogliastra

MISTER STEFANO UDASSI PRESENTA IL MATCH

«Il Lanusei è una bella e forte realtà. Noi? Siamo sul pezzo: stiamo concentrati senza distrarci»

Sassari, 09 novembre 2018 

Il Sassari calcio Latte Dolce – quota 17 punti e una sola lunghezza di distanza dal quinto posto playoff – gioca d’anticipo una sfida d’alta classifica: domani alle ore 15 si gioca a Lanusei contro la secondo forza del girone G di serie D, sorpresa del campionato che a colpi di risultati e concretezza ha scalato la classifica attestandosi ad una sola lunghezza dalla solitaria capolista Trastevere. Una gara dal sapore particolare, perché tutta sarda e perché testimonianza del fatto che la Sardegna in serie D non è semplice comparsa.

Il successo sull’Sff Atletico è ormai un piacevole ricordo. La settimana di lavoro ha contribuito ad alimentare le consapevolezze di un team che quotidianamente lavora per migliorarsi. Un team che può contare su un gruppo solido e compatto, imprescindibile valore aggiunto per una società che ha un progetto calcistico e vuole portarlo avanti, senza pressioni ma forte dell’impegno delle componenti in campo e dietro le scrivanie.

Il Lanusei è una delle assolute protagoniste di questo avvio di stagione in questo campionato di quarta serie: a livello motivazionale la partita del Lixius è carica di spunti e stimoli, gara da giocare a viso aperto e senza timori reverenziali che i biancocelesti dovranno interpretare come sanno al meglio delle loro possibilità. A mister Stefano Udassi, tecnico del Sassari calcio Latte Dolce, il compito di fare il punto della situazione e presentare il match che vedrà opposti i suoi ragazzi agli ogliastrini:

«Andiamo a incontrare una squadra in salute che sta facendo bene e che in tempi non sospetti dissi sarebbe stata una protagonista di questo campionato. La classifica del Lanusei non mi sorprende, sono un’ottima formazione, giovane e bene allenata, anche per questo come ovvio ci aspetta una gara dura e difficile. Come sempre del resto, non può essere per noi una novità. In più si tratta di un derby tutto sardo, e questo mette un po’ più di pepe e sale sulla cosa. Dall’altra parte però c’è la mia squadra, che ho visto sul pezzo tutta la settimana. Ci siamo detti e raccomandati più volte in questi giorni di lavoro di non distrarci. I complimenti ci fanno piacere, generano il giusto entusiasmo ma non devono mai farci staccare i piedi da terra. Siamo sul pezzo, dobbiamo stare ancora sul pezzo. In settimana ho visto i miei giocatori concentrati, ci aspettiamo una bella gara da parte di entrambe le squadre, in quello che sicuramente sarà un bello spot per la Sardegna della serie D, augurandoci che tutte le squadre sarde riescano quanto prima a raggiungere tutti gli obiettivi prefissati a inizio stagione. Questo gruppo sta crescendo molto sotto l’aspetto umano, mentale, in consapevolezza e autostima. Ci voleva una prova come quella di domenica con l’Atletico, che segue peraltro quella di Avelino per confermare che la strada intrapresa è quella giusta, indizi che fanno una prova e confermano il fatto che questi ragazzi, sotto l’aspetto della crescita, danno risposte importanti tutti i gironi e tutte le settimane. La loro concentrazione e i risultati ottenuti sono il frutto del lavoro che stiamo facendo insieme. Tecnica, tattica, facciamo tutto, ci vuole tutto e non tralasciamo nulla. Ma l’aspetto mentale è fondamentale, come è fondamentale credere nel lavoro che stiamo facendo. Vederli stare insieme dentro e fuori dal campo è bello, ti dà soddisfazione. Ripeto andiamo a Lanusei con un imperativo: stare sul pezzo senza distrarci, forti della consapevolezza acquisita domenica dopo domenica».