QUATTRO CHIACCHIERE CON PIERPAOLO GARAU

garau-foto-alessandro-sanna

Turno preliminare di Coppa Italia: c’è la Torres

  QUATTRO CHIACCHIERE CON PIERPAOLO GARAU 

«La mia voglia e la mia esperienza a disposizione di questo gruppo»

Sassari, 24 agosto 2018

Domenica prossima parte ufficialmente la stagione agonistica del Sassari calcio Latte Dolce: si gioca il turno preliminare di Coppa Italia – precedentemente rinviato a causa del crollo del ponte di Genova -, si gioca a Sassari sull’erba dello stadio Vanni Sanna con la Torres padrona di casa nella prima stra cittadina del 2018-’19 cui seguiranno quelle di campionato.  Partita secca, chi perde è out. 

Sarà questa quindi la prima prova ufficiale che la squadra biancoceleste affronterà dopo il lungo pre campionato che, da Valledoria a via Leoncavallo, ha impegnato i ragazzi di mister Stefano Udassi in test amichevoli e duri allenamenti utili a compattare il gruppo, forgiare i muscoli e allenare la mente in vista dello start dell’Interregionale. Lo spirito è quello giusto, l’unica regola è il lavoro. Ogni verdetto successivo è lasciato al campo.

A Pierpaolo Garau, numero uno e veterano biancoceleste oltre che nuovo capitano del team dopo l’addio di Andrea Usai, il compito di fare il punto della situazione in casa Sassari calcio Latte Dolce a due giorni dal fischio di inizio del match di coppa contro la Torres:

«La verità è che c’è tanta voglia di iniziare, da parte di tutti. Personalmente sarà la mia quinta stagione con la maglia del Sassari Latte Dolce e sono davvero contento di far parte ancora di questo progetto. Metterò a disposizione del gruppo la mia voglia e la mia esperienza, cercando di essere il più utile possibile. Se non sbaglio quella appena conclusa è stata la mia 18ma preparazione pre campionato, ma sono ancora giovane – sorride – ho 35 anni e tanta voglia di dimostrare e divertirmi. Abbiamo lavorato molto bene in queste settimane. Abbiamo sudato, sofferto e stiamo creando l’amalgama giusta in campo e fuori. Siamo un gruppo molto giovane che ha tanta voglia di dimostrare il suo valore, tanta voglia d’imparare e si è messo subito a disposizione del mister. Un mister che ha le idee ben chiare, è preparato e ci trasmette ogni giorno la sua voglia di emergere e lavorare per migliorarsi. Ha creato sin da subito un ottimo rapporto con tutto il gruppo, anche questo è molto importante. La gara di domenica? La sfida alla Torres è come sempre  qualcosa di speciale. Entrare in campo sarà davvero emozionante. Mi auguro che sia una bellissima giornata di Calcio per Sassari, senza dimenticare che è una partita di Coppa Italia, che servirà per dare inizio alla nuova stagione e, come ogni partita di una stagione, va giocata con l’intento di fare bene, e vincere. La fascia di capitano? La eredito da una persona speciale. Per me Andrea Usai è prima di tutto un amico. Indossarla mi fa enormemente piacere, spero di onorarla come ha fatto lui, e prima ancora Cocco e Delizos in queste gloriose annate del Sassari Latte Dolce. Il capitano ci mancherà, ma sono certo che farà le fortune del Li Punti».