IL CLASSE ’97 GIGI SCANU RESTA AL SASSARI CALCIO LATTE DOLCE

gigi-scanu-foto-alessandro-sanna

Nuova conferma sulla mediana biancoceleste 

  IL CLASSE ’97 GIGI SCANU RESTA AL SASSARI CALCIO LATTE DOLCE

«Obiettivo personale? Contribuire al bene della squadra»

Sassari, 05 luglio 2018

Sassari calcio Latte Dolce: in mediana c’è sempre Luigi Scanu. La società del DG Adriano Fantoni è impegnata a dare a mister Stefano Udassi le pedine utili a completare il suo scacchiere tecnico tattico. Le trattative e i sondaggi alla ricerca di nuovi rinforzi sono avviai e proseguono, senza sosta ma con ponderazione, nel frattempo la società del presidente Roberto Fresu lavora sulle riconferme di elementi già testati in forza al club biancoceleste, ultimo in odine di tempo, Gigi Scanu. 

Centrocampista centrale di qualità e piedi buoni, dopo aver giocato per ben nove anni proprio al Latte Dolce e dopo aver disputato un campionato in maglia Torres 2000, é passato alle giovanili del Cagliari dove disputa un campionato con gli Allievi nazionali e due con la Primavera, esperienza coronata con una convocazione in prima squadra per la Coppa Italia e una per il campionato. Due stagioni fa va in prestito all’Olbia in Lega Pro: pochi gli spazi e a gennaio si trasferisce in prestito alla Pro Patria in serie D, dove gioca 7 partite. Dallo scorso campionato è in forza alla società in cui è cresciuto. 

A Gigi Scanu va il rinnovato abbraccio della società sassarese e un grande in bocca al lupo dalla dirigenza, dallo staff tecnico e operativo, da tutti i tesserati e dalla tifoseria del Sassari calcio Latte Dolce. Le prime dichiarazioni del ragazzo dopo la sua ufficiale riconferma:

«Sono felice di rimanere un altro anno a Sassari, sopratutto dopo la scorsa stagione nella quale nonostante le difficoltà siamo riusciti a confermare la categoria. La certezza è che quest’anno non sono più un under, ma penso di aver acquisito esperienza positiva dal campionato appena passato, sopratutto come persona. Per questo spero di poter dare tanto alla squadra, sia in campo che fuori! Qui si sta costruendo e portando avanti un bel progetto: la squadra prende forma e sarà sicuramente un ottima squadra. La cosa importante sarà trovare il giusto feeling tra staff e giocatori. Mi auguro che per noi possa essere un gran campionato, naturalmente, ma toccherà proprio a noi concentrarci e lavorare, giorno dopo giorno, prendendoci le nostre piccole soddisfazioni e allenandoci a testa basta, senza nessun proclama ma consapevoli dei nostri mezzi. Obiettivo personale? Naturalmente ogni giocatore spera innanzitutto di giocare, ma la cosa importante come in ogni campionato e in ogni società, è la squadra. Perciò se la squadra va bene, va bene anche il singolo. Il mio obbiettivo personale sarà quindi quello di contribuire al bene la squadra, nient’altro».