QUATTRO CHIACCHIERE CON ANDREA USAI

Andrea Usai foto Alessandro Sanna

Prima giornata di ritorno 2017-’18, la ripresa

  QUATTRO CHIACCHIERE CON ANDREA USAI 

«Era importante fare risultato e dare continuità al nostro percorso»

Sassari, 09 gennaio 2017

Il Sassari calcio Latte Dolce ha iniziato al meglio il suo 2018. Ha battuto al Vanni Sanna la Nuorese per 1-0, al termine di un match ostico e complesso, contro un avversario ferito dalle intricate maglie del fondo classifica e in una giornata in cui gli acciacchi e i mali di stagione non hanno risparmiato i calciatori biancocelesti. Nessun alibi, e lo dimostra la grinta con cui chi è sceso in campo e chi è subentrato in corso d’opera ha affrontato la gara. Gara risolta da un calcio di rigore di capitan Andrea Usai, come sempre prezioso e puntuale sul dischetto – e non solo – sempre più perno di un gruppo diventato squadra. Una brutta e inutile gomitata ricevuta a gioco fermo ha impedito al numero 10 sassarese di chiudere al meglio la partita, ma a lui è andato comunque l’applauso dei compagni e della tifoseria del Sassari calcio Latte Dolce. A Andrea Usai l’analisi della gara giocata e vinta con la Nuorese e il punto della situazione in casa Sassari calcio Latte Dolce in  vista della prossima sfida di campionato.

Usai in azione (Alessandro Sanna)
Usai in azione (Alessandro Sanna)

Ci racconti il derby con la Nuorese? «Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile e così è stato. La Nuorese ha cambiato tanto rispetto alla prima parte del campionato, allenatore compreso. Per questo non avevamo molti punti di riferimento utili a capire come affrontare la gara. In più avevamo diversi indisponibili e abbiamo dovuto cambiare qualcosa a livello di modulo rispetto alle partite precedenti. Non è stata sicuramente una bella partita, ma alla fine abbiamo messo in cassa i tre punti a differenza di altre in cui al 90′ non abbiamo raccolto niente. Ci abbiamo messo un po’ a prendere le misure, ma l’importante era fare risultato per iniziare bene il nuovo anno e cercare di dare continuità al nostro percorso. Lo abbiamo fatto».

Bilancio del girone di andata appena concluso e prospettive per quello di ritorno? «Abbiamo chiuso la prima parte del campionato a quota 21 punti: non sono pochi ma nemmeno tanti, noi puntiamo alla salvezza quindi siamo in linea. Sappiamo che il girone di ritorno sarà un altro campionato, tante squadre hanno cambiato molto, noi abbiamo fatto degli innesti mirati  e ora abbiamo qualche over in più, avremo quindi un po’ più d’esperienza che in questa categoria non guasta mai. Stiamo bene, affronteremo il futuro partita dopo partita, cercando di raggiungere quanto prima la salvezza matematica».

Come sta il Sassari calcio Latte Dolce? «Abbiamo avuto un inizio di campionato difficoltoso, forse al di fuori della società ci si aspettava qualcosa di più ma in tutte le cose ci vogliono pazienza e tempo, quel che serve per amalgamare bene un gruppo. Ora abbiamo trovato un bell’affiatamento, in campo e non solo. Vincere aiuta…a vincere, forse ci serviva proprio la vittoria per sbloccarci».

E come sta il capitano biancoceleste, Andrea Usai? «Personalmente, posso dire che attualmente sto attraversando un buon momento, sto bene fisicamente nonostante l’età che avanza e poi riuscire a fare qualche gol aiuta anche il morale. La mia stagione non è iniziata benissimo a causa di un infortunio subito dopo la preparazione, c’è voluto un po’ di tempo per rientrare in condizione ma ora, complice anche la buona intesa con Paolo, l’attacco attraversa un buon momento. Questo anche grazie alla squadra, che ci mette nelle condizioni ideali di fare bene. Io cercherò di dare tutto e lo farò sino a che ne ho – sorride – poi ci penserà il mister a farmi rifiatare».

Panoramica sul campionato: come la vedi? «Come ho già detto, a dicembre riparte un altro campionato: molte squadre hanno fatto delle rivoluzioni in organico. Nella parte alta della classifica vedo sicuramente il Rieti superiore alle altre, solo l’Atletico e l’Albalonga stanno provando a tenere il passo. Dietro invece tutto può succedere. Purtroppo tutte le sarde sono, al momento, in ballo per la conferma della categoria, ma speriamo che di scrivere un lieto finale per tutte. Momentaneamente siamo la squadra isolana messa meglio in classifica, continuiamo a lavorare e a impegnarci per confermare il trend e regalarci delle soddisfazioni».

Prossimo avversario? «Domenica per noi sarà un altro test importante, da giocare contro una delle sorprese in negativo del torneo, nel senso che dopo lo scorso campionato gli obbiettivi in partenza del Monterosi dovevano essere ben altri. Ciò detto, guai a sottovalutarli, sarebbe pericolosissimo. Sarà importante stare attenti, concentrati e soprattutto non perdere per continuare a tenerli dietro di noi in classifica. Ci mancherà Daniele Bianchi, che per noi e per il nostro gioco è molto importante. Sarà un assenza pesante ma sono sicuro che non verrà fatto rimpiangere da chi giocherà al suo posto: siamo tutti titolari, nessuno è riserva».