MASSIMILIANO PABA PRESENTA LA SFIDA ALLA NUORESE

Mister Papa nella foto di Alessandro Sanna

Palla al mister

MASSIMILIANO PABA PRESENTA LA SFIDA ALLA NUORESE

«Loro hanno cambiato tanto in campo e in panchina, noi stiamo bene e vogliamo fare bene»

Sassari, 04 gennaio 2017

Il Sassari calcio Latte Dolce è pronto a inaugurare il 2018 del suo calendario. Lo farà sabato, nell’anticipo della Befana, alle ore 14,30 sull’erba del Vanni Sanna. Avversario di turno la Nuorese, team che in due occasioni in stagione, fra campionato e Coppa Italia, ha dato un dispiacere ai biancocelesti sassaresi chiamati, quindi, alla prova del riscatto. I barbaricini non attraversano un buon momento, sono quartultimi a quota 12 punti in classifica ad una sola lunghezza dalla palude della retrocessione diretta e a sei dalla salvezza oltre i playout. Nulla di compromesso, ed una serie di interventi di mercato che fra guida tecnica e undici in campo hanno rimodellato il volto di un team partito con grandi ambizioni e ora desideroso di risalire la china. Una gara insidiosa, contro un avversario ferito e arrabbiato che vuole risollevarsi. Il Sassari calcio Latte Dolce però, deciso a dare continuità alle prestazioni positive e ai risultati che sono valsi i 21 punti in classifica mandati a referto da Andrea Usai e compagni, non ha nessuna intenzione di cedere la posta. Organico al completo, formazione affidata alle scelte tecniche di Mister Massimiliano Paba che fa il punto della situazione e presenta il match casalingo con la Nuorese:

«Ripartiamo da una situazione simile a quella vissuta alla vigilia dell’ultima partita giocata nel 2017 contro il Lanusei. Ci appestiamo ad affrontare un altro derby tutto sardo, stavolta contro la Nuorese, da giocare contro una formazione che ha cambiato radicalmente volto fra campo e panchina, con molti giocatori che sono andati via e altri nuovi che sono arrivati. A parte i singoli giocatori, tatticamente abbiamo pochi riferimenti su cui preparare la partita. Una gara che anche è per questo è difficile da interpretare e che proprio in fase di preparazione stiamo impostando più sul nostro essere che sull’avversario. Ci stiamo concentrando sul nostro sistema di gioco, stiamo bene, non abbiamo assenze, abbiamo fiducia in noi stessi e vogliamo ripartire bene, aprire questo 2018 con un risultato positivo senza amai abbassare la guardia, nemmeno per un solo istante, tenendo in giusta considerazione l’avversario ma puntando a fare punti utili a migliorare la nostra classifica. Intanto abbiamo inserito in gruppo Giulio Daleno e Simone Patacchiola: il primo lo conoscevamo già, ma in generale posso dire che sono contento di come si sono integrati, ci danno e ci daranno qualcosa di importante portando in dote esperienza e fisicità, aiutandoci a colmare ciò che a volte ci è mancato in termini di centimetri. Quello in corso si sta rivelando un campionato complesso, molto più di quello scorso. Il livello è più alto è tende verso l’alto. Non ci sono ancora certezze acquisite, bisognerà giocare e sudare per raggiungere ogni singolo traguardo. Pian piano stiamo venendo fuori dalla zona rossa della classifica, ma c’è ancora tanto da fare. Stiamo vigili e attenti, guardiamo alla nostra pozione ma senza alcun volo pindarico. Sapremo tirarci fuori dalla mischia e assestarci su posizioni che rispecchiano il nostro valore, ma lottando sino all’ultimo minuto di ogni singola partita del girone di ritorno, in casa e in trasferta, contro qualunque avversario».