MASSIMILIANO PABA PRESENTA LA TRASFERTA DI ALBALONGA

Gioia biancoceleste nello scatto di Alessandro Sanna

Palla al mister

   MASSIMILIANO PABA PRESENTA LA TRASFERTA DI ALBALONGA

«Avversario tosto: non possiamo permetterci cali di concentrazione ma andiamo lì a giocarcela»

Sassari, 10 novembre 2017

Sassari calcio Latte Dolce: c’è l’Albalonga di mister Mariotti sulla strada del team biancoceleste, avversario per nulla facile da affrontare in trasferta nel match in programma per la dodicesima giornata del di andata del girone G di serie D. Un avversario forte, è assodato e lo dice la classifica. Squadra che dall’alto della zona playoff – terza forza del campionato appaiata in classifica al Cassino a quota 23 punti dietro Rieti e Sff Atletico –  ribadisce le sue ambizioni da gran salto forte delle 7 vittorie, dei 2 pareggi e delle sole 2 sconfitte mandate a referto. Attacco nella norma quello biancoblù (18 reti) ma retroguardia particolarmente ostica da superare: solo 9 le reti subite e seconda miglior difesa del raggruppamento. Analizzati i numeri, fatte le dovute considerazioni, preso atto del fatto che il match è tosto come tosti sono stati e saranno tutti i match della stagione, il Sassari calcio Latte Dolce guarda avanti, al termine di una settimana trascorsa a lavorare sodo sul campo. Si fanno i conti con lo stop per infortunio di Giacomo Demartis, con qualche acciacco e le squalifiche che terranno Daniele Bianchi e Gigi Scanu fuori dal match. L’obiettivo resta il solito: mettere in campo la migliore prestazione possibile, limitare gli errori e provare a fare il massimo su qualunque campo e contro qualunque avversario. Il successo di domenica scorsa, 4-2 sul San Teodoro, corrobora l’ambiente ma non deve far distogliere dalla missione possibile: risalire la classifica, dare continuità alle prestazioni e forza alla corsa. Mister Massimiliano Paba presenta il match con l’Albalonga:

«Squadra molto quadrata e bene allestita in fase di campagna acquisti estiva. Hanno fatto degli inserimenti mirati e molto importanti affidando la squadra all’ex tecnico della Nuorese Mariotti, allenatore che personalmente stimo molto: le sue squadre giocano un bel calcio, sono bene organizzate e non sono mai facili da battere. Ha portato con sé da Nuoro elementi di grande valore come Fasca e Falasca, ha a disposizione un pericoloso terminale offensivo come Nohman. Un team che è particolarmente solido in difesa, che sa far male e può far male: sono terzi in classifica, sono lanciati alla caccia del Rieti e dell’Atletico, sono attualmente una delle candidate ad un ruolo da protagonista nella lotta al salto di categoria. Ciò detto, noi andiamo lì molto sereni, perché nonostante le pur importanti assenze stiamo bene, sono arrivati i risultati e questo, posto che la strada è lunga e il lavoro è ancora tanto, ci permette di lavorare con serenità. Rinunceremo a Bianchi, Scanu e Demartis, pedine importanti per noi. Ma siamo fiduciosi perché sappiamo che chi sarà chiamato a sostituirli cercherà di dare il massimo per far bene. Andiamo a fare la nostra gara, consapevoli che non possiamo permetterci cali di concentrazione ma possiamo giocarcela».