QUATTRO CHIACCHIERE CON GIACOMO DEMARTIS

Giacomo Demartis

Prima giornata di campionato 2017-’18, la ripresa

  QUATTRO CHIACCHIERE CON GIACOMO DEMARTIS

«Convinti e determinati verso la sfida al Monterosi»

Sassari, 05 settembre 2017

Un calcio di rigore concesso all’84’ e realizzato da Meloni ha condannato il Sassari calcio Latte Dolce alla sconfitta nella prima uscita stagionale nel campionato di serie D 2017-’18. Perdere non piace a nessuno, e questo non è nemmeno il caso di ribadirlo. Nel calcio si può vincere e perdere, a inizio stagione le gambe sono ancora imballate e i meccanismi faticano a girare al meglio. Ciò detto, bando ad alibi e giustificazioni, oggi si ricomincia a correre sul campo per dare alle domande l’unica risposta possibile: l’allenamento in vista del prossimo match in programma, domenica prossima al Vanni Sanna, contro il Monterosi. A Giacomo Demartis l’analisi della gara di Nuoro e il punto della situazione biancoceleste:

La partita di Nuoro? «Una partita abbastanza equilibrata. Noi sicuramente abbiamo creato più presupposti per fare gol, su palla inattiva e con azioni abbastanza manovrate. Virdis è stato fermato in maniera fallosa, punita però con il giallo, mentre si apprestava a trovarsi a tu per tu con il portiere della Nuorese. Il primo tempo sostanzialmente è stato nostro, nel secondo loro hanno giocato di rimessa e con lanci lunghi a cercare Meloni, top player per la categoria,  creando però un’unica occasione da rete sul finale. Sull’azione del rigore c’è stata un’ingenuità da parte nostra: nei minuti finali di un match devi stare attento e se non riesci a vincerla, soprattutto in trasferta con un avversario tosto, provi a portare almeno un punto a casa. Era alla nostra portata, non lo abbiamo fatto e ci servirà in futuro come lezione».

Cosa ha funzionato? Cosa c’è da limare? «Al di là del risultato penso di poter dire che siamo comunque sulla buona strada. Ha funzionato il fatto che abbiamo cercato di proporre le cose provate in allenamento, che poi non ci siano riuscite al meglio è palese altrimenti il risultato sarebbe stato diverso. La volontà però c’è».

A che punto è il Sassari calcio Latte Dolce? «Noi siamo una squadra che deve ancora migliorare. Una squadra con grandi potenzialità che ha in rosa giocatori che in questa categoria fanno la differenza. Compattezza e amalgama però vanno trovate con spirito di sacrificio e giusto atteggiamento, ma anche con il tempo. Ci sono stati tanti cambi in rosa rispetto alla scorsa stagione, quindi il cambio di allenatore e di gioco. Lavorare per migliorare, e crescere».

Come approcciare questa nuova settimana di lavoro sul campo in vista del prossimo impegno? «Approcceremo la settimana, a partire da oggi, con la necessaria determinazione e la giusta convinzione. Non abbiamo portato punti a casa, è vero, per cui a maggior ragione dobbiamo mettere qualcosa in più nella nostra quotidianità d’allenamento, in modo da farci trovare pronti alla prossima sfida sul campo».

Che avversario sarà il Monterosi? «Il Monterosi lo scorso anno è arrivato secondo. Il presente ci dice che ha mantenuto le stesse ambizioni senza cambiare tantissimo. Non sarà certo un avversario agevole ma noi dobbiamo lavorare come detto con la convinzione di poter mettere in difficoltà qualunque avversario, perché abbiamo le capacità per farlo. Vogliamo iniziare a fare risultati, a fare punti, a far parlare di noi per quanto siamo capaci di raccogliere sul terreno di gioco».