Mercato, il DS Colombino: «Soddisfatti di quanto fatto sino ad ora»

19970687_10212256289750137_2114119046_n

Il punto sul mercato nelle parole del diesse biancoceleste

  Andrea Colombino: «Soddisfatti di quanto fatto sino ad ora»  

Demartis, Cabeccia e il giovane Serra i primi tre colpi assestati dalla società

Sassari, 11 luglio 2017

Sassari calcio Latte Dolce prosegue nella sua campagna di rafforzamento in vista dello start del campionato di serie D 2017-’18. I sassaresi Giacomo Demartis e Marco Cabeccia sono giocatori che non hanno bisogno di presentazioni, innesti di sostanza regalati alla rosa di mister Massimiliano Paba. Assieme a loro è arrivato a dare una mano il promettente classe ’99 Nicola Serra, senza contare le tante preziose riconferme che rispetto all’organico dello scorso campionato danno continuità e confermano la qualità del progetto. Il club, fiducioso, guarda al futuro: piena operatività in casa biancoceleste, come testimoniano le parole del direttore sportivo Andrea Colombino.

Fra conferme di peso e primi acquisti di spessore il progetto 2017-’18 prende forma: «Ogni singolo giocatore viene scelto in modo ponderato, dando priorità innanzitutto alle qualità umane e professionali. Prima vengono gli uomini, poi i calciatori. Le conferme sono state valutate attentamente, sopratutto in base alle motivazioni e all’ entusiasmo dimostrato nel voler essere parte di questo nuovo progetto. Io, il mister e la dirigenza al completo siamo al lavoro dal 30 di maggio. Ci siamo posti degli obiettivi, in linea con il budget indicato dalla società, con la volontà di costruire una squadra che possa affrontare un campionato complicato  come quello della quarta serie nazionale. Siamo soddisfatti di quanto fatto sino ad ora. Contiamo di chiudere la rosa in breve tempo».

Con che mercato si confronta oggi il Sassari calcio Latte Dolce? «Ci stiamo confrontando con un mercato competitivo nel quale il nostro progetto, fondato su basi solide, ha l’obiettivo di migliorare in toto rendendo la rosa competitiva, ma non solo: vorremo migliorare anche dal punto di vista organizzativo. Le altre società penso si stiano attrezzando bene, ma noi principalmente siamo impegnati a curare il nostro orto, guardiamo al nostro orto».

Il lavoro continua: nuovi nomi? «I nomi li abbiamo, come del resto le idee. Annunceremo i giocatori solo e soltanto al momento della firma, senza fare il passo più lungo della gamba o falsi proclami».

Grande attenzione dedicata ai giovani, ai fuori quota, vedi Nicola Serra: «Nicola Serra è sicuramente un giovane di prospettiva che ha già maturato un’importante esperienza tra i grandi. Ci tengo a precisare che anche i giovani confermati sono validi, come del resto lo sono quelli che arriveranno nei prossimi giorni. L’importanza degli under è fondamentale: ci aspettiamo tanto dalla loro voglia di emergere e siamo certi che gli over a nostra disposizione saranno per loro delle ottime guide».

All’orizzonte i contorni si delineano sempre più marcati: che squadra sarà quella che verrà? «Il Sassari Calcio Latte Dolce sarà una squadra tosta che cercherà di proporre un calcio propositivo, con impegno, sacrificio ed umiltà, doti imprescindibili per chi vuole migliorarsi».