Finale regionale campionato Juniores: LATTE DOLCE-TORRES

latte_transp

Finale regionale campionato Juniores

VENERDÌ SI GIOCA

LATTE DOLCE-TORRES

Il futuro del calcio sassarese nella sfida delle ore 17 al Vanni Sanna: vi aspettiamo allo stadio

Sassari, 04 maggio 2017,

il Latte Dolce calcio guarda al futuro. Lo ha sempre fatto, è la sua filosofia, la costante rincorsa al domani costruito sulle basi di una linea verde che è fine ultimo e obiettivo costante. Lo raccontano i numeri del florido vivaio biancoceleste, i progressi dell’Academy, il percorso di una Juniores che presta i suoi gioielli alla prima squadra di mister Massimiliano Paba e, intanto, con Dino Palmas al timone prova a tagliare un traguardo importante, quello fissato in occasione della finale regionale del campionato di categoria: venerdì 5 maggio 2017, ore 17 sull’erba del Vanni Sanna contro i concittadini e pari età della Sef Torres.

Un momento importante, perché apice di un lungo cammino. Importante perché mete di fronte il domani del pallone sassarese e isolano, inestimabile risorsa che a prescindere dal colore della maglia indossata in campo regala speranze all’intero movimento. Importante perché lancia un messaggio importante: scommettere sul vivaio, puntare e investire sullo sviluppo del Settore Giovanile, paga e ripaga degli sforzi fatti. La sfida è avvincente, affascinante, ma merita di essere accettata. Il Latte Dolce del presidente Roberto Fresu la sfida l’ha accettata, ha incassato la posta e venerdì si prepara a scrivere un’altra pagina della sua “giovane” storia con il pubblico di Sassari invitato ad essere protagonista sugli spalti.

Il tecnico della Juniores biancoceleste, Dino Palmas: «Innanzitutto ci tengo ringraziare in anticipo tutti i ragazzi della Juniores e gli Allievi che ci hanno dato una mano in questo piccolo grande viaggio, lungo un percorso che ci ha permesso di arrivare a giocare la finale del campionato regionale. Una finale è di per sé il momento topico di una stagione. Per di più non poteva esserci epilogo migliore della stracittadina con la Sef Torres 1903. Si prospetta una partita molto sentita, carica di motivazioni. I ragazzi sono sereni e vogliosi di confrontarsi nuovamente con l’unica squadra che quest’anno ci ha battuto. Loro rappresentano la squadra della città, noi la realtà del momento che poggia su uno dei vivai più importanti della Sardegna. La partita spero possa mettere ancora più in luce le qualità dei nostri ragazzi, qualità che peraltro hanno già dimostrato nell’arco dell’intero anno di lavoro. In bocca al lupo a noi».