Quattro chiacchiere con il capitano GIACOMO COCCO

giacomo-cocco-foto-alessandro-sanna

«Il successo di Rieti? Ci voleva: ora sotto con L’Aquila»

Il Latte Dolce calcio ha compiuto l’impresa, ha battuto il Rieti capolista del girone G di Interregionale, e o ha fatto a domicilio grazie al gol del suo bomber, Paolo Palmas, che con la sua rete ha messo ko la temibile corazzata da categoria.  Ma gli esami, si sa, non finiscono mai, e dopo il Rieti domenica prossima al Vanni Sanna i biancocelesti di mister Massimiliano Paba si troveranno davanti un’altro mattone bello grosso, l’Aquila, prima da studiare nella settimana di allenamento, e poi da affrontare senza timore alcuno ma con il massimo rispetto. Perché, lo ha dimostrato il campo, nulla è da dare per scontato. Così era domenica scorsa a Rieti, così sarà domenica prossima al Vanni Sanna contro l’Aquila. Il momento del Latte dolce nelle parole del veterano e capitano Giacomo Cocco.

La vittoria di Rieti? «È sicuramente una boccata di ossigeno, e ci voleva proprio. Abbiamo vinto mettendo in campo una fame che forse quest’anno non si era ancora vista. Speriamo di confermarci anche domenica prossima». Un successo importante per il morale, per la classifica, per tutto.. «Certo, morale alle stelle. La classifica per ora può andare bene perché siamo fuori dai playout, però ci piacerebbe stare un po più su in modo da essere ancora più tranquilli». Un primo piccolo bilancio sul percorso biancoceleste? «Il girone di andata tutto sommato può anche andarci bene, però francamente mancano al nostro bilancio almeno 3 o 4 punti che,  per sfortuna o poca cattiveria, abbiamo lasciato per strada». Qual è il pregio della tua squadra? «Sicuramente il nostro gruppo». Cosa, invece, potrebbe dare di più?«Mi auguro che la squadra migliori sul fronte dell’esperienza e nella cattiveria agonistica, quella cattiveria vista domenica a Rieti». Un consiglio ai più giovani del team? «Direi loro di restare umili, di stare tranquilli, di non montarsi la testa, di fare tesoro dei consigli di noi grandi e di credere sino in fondo in quello che fanno». Il prossimo avversario? «L’Aquila è a detta di tutti la squadra più forte del girone. Noi daremo il massimo e cercheremo di arrestare la sua marcia. Perché no, di vincerla anche. Sia detto chiaramente con il massimo rispetto per un avversario davvero tosto da incontrare». L’obiettivo di Giacomo Cocco? «Ovviamente la salvezza con il Latte Dolce. Sarebbe bello confermare la categoria con qualche giornata di anticipo. Ce la metteremo tutta».