IL DIFENSORE SIMONE PATACCHIOLA È UN GIOCATORE DEL LATTE DOLCE

simone-petacchiola-con-la-maglia-del-latte-dolce

«Pronto a dare tutto me stesso a questo club»

Il Latte Dolce calcio del presidente Roberto Fresu saluta l’arrivo del nuovo giocatore biancoleste Simone Petacchiola, solido difensore nato a Rieti il 10 febbraio 1991.

Simone Patacchiola, attaccante del Latte Dolce calcioChe tipo di giocatore sei?  «Sono decisamente un giocatore fisico». Perché hai scelto Sassari? «Ho scelto questa società perché mi piace vivere in ambienti sani e lavorare bene». Il campionato di serie D? Il Latte Dolce? «La serie D da anni ormai è una sorta di ex C2. Ci sono squadre importanti, il nostro girone è molto equilibrato, molto duro da affrontare. Ieri per la prima volta mi sono allenato con i ragazzi, vedo una squadra motivata e concentrata, determinata a fare bene». Conoscevi qualcuno del gruppo? «No, non ho mai avuto il piacere di giocare con nessuno di loro prima. Anche con mister Paba lavoro per la prima volta». La tua storia calcistica?«Ho giocato per tre anni nella Primavera della Sampdoria. Poi ho indossato le maglie di Prato (C1), Alessandria (C2), Portogruaro (C1), Castiglione (C2), Selargius (D), Rieti (D) e Vis Subiaco (Lega Pro). Prima di arrivare a Sassari ho vestito i colori del Madrepietra Daunia, serie D girone H». Il calcio sardo? «Come detto ho giocato nel Selargius: una piccola parentesi di cinque mesi durante la quale ho incontrato l’Olbia e l’Arzachena, team che oggi è nel nostro stesso girone». Cosa puoi dare alla causa Latte Dolce? «A questa società dovrò dare tutto me stesso, mettermi a disposizione della squadra e del club». Prime impressioni sassaresi? «Bel posto. Amo la Sardegna, in tutto e per tutto».