«Il recupero post infortunio procede bene: non vedo l’ora di tornare a dare una mano alla squadra»

Gigi Scanu al lavoro con il fisioterapista Antonio Pirino

Bentornato a Gigi Scanu. Lo scorso anno un brutto infortunio lo ha stoppato ai box ma non ha stoppato la voglia di tornare in campo del talentoso centrocampista sassarese classe 1997, riconfermato in vista della sua quarta stagione biancoceleste. La sua rincorsa è passata dai difficili mesi di lockdown, da un intervento e dal lavoro differenziato, che prosegue in questa fase di preparazione pre campionato ed è destinato ad andare avanti sino a che il ragazzo non sarà pronto a tornare, in piena sicurezza, a dare il suo prezioso contributo al gruppo di mister Stefano Udassi.

Gigi Scanu, centrocampista del Sassari calcio Latte Dolce: «Il recupero procede benissimo, si lavora ogni giorno per tornare alla migliore condizione possibile. Naturalmente non è facile, ma stringo i denti e vado avanti perché voglio tornare più forte di prima. Questo è il mio quarto anno al Sassari calcio Latte Dolce: non potevo interrompere il percorso che avevo iniziato insieme a questa società e a questa squadra tre stagioni fa. Piano piano stiamo scrivendo nuove pagine della nostra storia calcistica e ci stiamo togliendo grandi soddisfazioni. Pensare di andar via non mi è mai passato per la testa, la mia scelta di restare non è mai stata in discussione. Purtroppo a febbraio dell’anno scorso ho avuto un brutto infortunio, ma ora non vedo veramente l’ora di tornare ad allenarmi e a giocare. Mi manca tutto, ma sopratutto non vedo l’ora di poter dare una mano ai miei compagni. La squadra? Senza ombra di dubbio le prime impressioni sono ottime. Siamo un grande gruppo, dentro e fuori dal campo. Poi toccherà a noi dimostrare il nostro valore, sia come singoli sia come insieme. Le sensazioni sono positive, ne abbiamo avuto riprova in occasione della partita con il Sud Tirol, team che milita nel campionato di Lega Pro: abbiamo perso ma ce la siamo giocata. Ora dobbiamo continuare su questa strada, dando continuità alle prestazioni a partire dall’esordio di domenica in campionato. I risultati sono frutto del lavoro, arriveranno. Il campionato sarà tosto, come ogni anno del resto. Dovremo lottare e sudare ogni partita, nessuno ci regalerà niente. Ci sono squadre attrezzate e tocca a noi dimostrare di essere all’altezza».